Ah, un’ultima cosa… quando si dice la fortuna! (con spoiler)




Nella puntata Ricatto Mortale, il nostro tenente Colombo si muove come un pesce fuor d’acqua. La metafora non è casuale, ed è l’unico motivo per cui questo episodio di prende qualche punto. Andiamoci piano, però!

Infatti, non si trova traccia dei bellissimi scambi di battute tra il tenente e l’assassino.

«Oddio, adesso devo rimettere tutto a posto, sennò Colombo se ne accorge con uno sguardo!»

«Oddio, adesso devo rimettere tutto a posto, sennò Colombo se ne accorge con uno sguardo!»

Del resto, il protagonista non è intelligente ma è solo violento, e neanche siamo in presenza di un omicidio premeditato. E’ quasi un incidente… quasi, perché la compagna dell’assassino ci mette del suo, e poi perché dal primo morto ne nasce un secondo, morto anch’esso ma un po’ più voluto del primo.

E poi con il solito colpevole, dapprima abbastanza ben disposto ma poi, man mano che Colombo unisce i puntini, sempre più spazientito… e con un colpo di scena a metà puntata che fa cambiare molto gli orientamenti dello spettatore.

«Com'è che si chiamano questi pesci?»

«Com’è che si chiamano questi pesci?»

Comunque, l’impressione che si ha vedendo questo episodio è quello di vedere una sorta di parodia: la macchina davvero ormai troppo vecchia per poter girare (siamo nel 2003!), Colombo che si comporta come un folle durante la primissima indagine sul corpo, e la fortuna di incontrare indizi che confermano intuizioni — fin troppo pianificate, a livello di sceneggiatura. Del resto, il caso è risolto con le nuove tecniche investigative, e i ragionamenti di Colombo nulla possono contro le alzate di sopracciglia dei tecnici.

Gli amici si vedono nel momento del bisogno.

Gli amici si vedono nel momento del bisogno.

Il ritmo è accettabile, ma forse perché riprende il ritmo della discoteca.
Un ritmo moderno, veloce, che non lascia molto tempo all’indagine, purtroppo.

colombo2

L’intuizione finale di Colombo è una buona chiosa, che rialza il punteggio.


Marco Spedaletti

Informazioni su spotlessmind1975

Progettista, analista e sviluppatore, ho ideato e gestito soluzioni innovative per clienti di primaria importanza, privati e istituzionali, utilizzando diverse tecniche e linguaggi di programmazione. Attualmente sono consulente per la stesura di offerte tecniche mirate, e libero professionista orientato alla soluzione di problemi attraverso l’utilizzo dei computer (Software Problem Solver).